All’estremità dell’Alto Jonio, immersa nella quieta di un paesaggio ancora incontaminato, si trova l’Azienda AgricolaLe Murge di Santa Caterina”, in un’area ideale in quanto si colloca in un punto intermedio tra il mare Jonio, il più azzurro, più pulito e più caldo dei mari del Mediterraneo e la montagna, con il maestoso massiccio montuoso del Parco del Pollino, dove il richiamo vincente è l’amenità del paesaggio e l’integrità della natura presentata in piena genuità e tranquillità....

Qui potrai entrare in contatto con la natura passeggiando in mezzo a pascoli e macchie incontaminati e gustare i sapori ancora genuini della nostra terra.

L'azienda agricola è a conduzione familiare, tutti i prodotti sono biologici certificati e la cucina è quella tipica della tradizione mediterranea.

Torna in alto

Cenni storici

Il sito fortificato di Murge, ubicato nelle vicinanze del castello federiciano di Rocca Imperiale, si erge su di un'alta rupe e domina dall'alto ampia parte dell'area territoriale compresa fra Rocca Imperiale e Nocara. Si tratta di una porzione del territorio della Calabria settentrionale ritenuto strategico fin dall'antichità per il controllo delle vie di accesso verso l'interno.

La complessità storica e monumentale di questo territorio, frutto di modificazioni che necessitano di ulteriori interpretazioni, è stata oggetto di un'attenta analisi negli ultimi anni da parte della Cattedra di Archeologia cristiana e medievale dell'Università degli studi della Calabria, tanto da acquisire numerosi dati.

Il Sito era noto agli addetti ai lavori per essere stato già segnalato dal Quilici negli anni '60 (Siris - Heraclea, Roma 1967).
Indagini recenti hanno evidenziato le strutture fortificate medievali di un probabile monastero citato in un atto in greco del 1915.
Una prima campagna di scavo è stata condotta nei mesi di settembre-ottobre 2003 ed una seconda è stata condotta nel settembre del 2004.
L'intervento ha contribuito all'individuazione di una serie di ambienti localizzati sull'acropoli e parte dell'antico circuito murario destinato a proteggere l'insediamento. A ciò si è aggiunto il recupero di numerosi manufatti, allo stato frammentario e in parte ricostruibili, tali da offrire un panorama significativo per la conoscenza di recipienti e vasellame da tavola, di oggetti d'uso impiegati nell'Alto e Basso Medioevo in questo importante sito della Calabria settentrionale.

La ricerca avviata sta contribuendo ad aggiungere tasselli rilevanti alla ricostruzione della storia degli insediamenti fortificati altomedioevali della Calabria settentrionale.

Proprio questo ambito cronologico costituisce un campo piuttosto nuovo di indagine all'interno di una ricerca di più ampio respiro sul limes fortificato longobardo-bizantino.

Prof. G. Roma

Torna in alto

La struttura

La struttura dista dal mare circa 8 km, mentre i centri urbani più vicini sono Rocca Imperiale (circa 4 km), con il suo maestoso castello federiciano e il centro storico in parte intatto ed arroccato intorno alla su citata rocca e Canna (circa 6 km).

Le camere, vecchie case coloniche ristrutturate, sono spaziose, climatizzate, da un lato si affacciano su due murge che dominano su tutta l'azienda e in esse vi è un insediamento archeologico dove l'Università di Cosenza sta eseguendo ancora degli scavi stagionali, da un altro lato tra le colline scorgiamo i paesi di Canna e di Nocara, tra cui anche il monte Pollino, mentre l'entrata dà su un piazzale da cui si può accedere al ristorante.

Dal ristorante si può vedere tutta la costa del metapontino, il golfo di Taranto e gran parte della Puglia.

Torna in alto

Contatti

Cliccare sulla miniatura della mappa per visualizzare i dettagli di come raggiungerci

Località Murge di Santa Caterina

87074 Rocca Imperiale (CS)
Mobile: 0039 338 20 50 604 / 0039 339 84 50 045
P.Iva: 00608470779
Email: giuseppe.chiarella@alice.it

Torna in alto

Fotogallery

Torna in alto